Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Guidare verde e spendere meno: arriva l’eco-driving

Guidare verde e spendere meno: arriva l’eco-driving


Fino a qualche anno fa i termini che iniziavano con la parola “eco” erano appannaggio di pochi e molte volte facevano storcere il naso, soprattutto tra le imprese: i vantaggi delle soluzioni green spesso non compensavano costi e difficoltà di realizzazione. Poi i prezzi della benzina sono arrivati a livelli record, gli incentivi e le detrazioni fiscali sui nuovi acquisti praticamente scomparsi e le immatricolazioni in calo da quasi tre anni. Il momento giusto, insomma, per la rivincita di uno stile eco-compatibile. Ecco quindi che sempre più tra privati e addetti al settore mobilità parlano di Eco-driving: sostanzialmente di un’atteggiamento di guida consapevole e sostenibile.
Ecco perché l’eco-driving risulta una delle pratiche green più semplici da adottare, col valore aggiunto di non presentare costi iniziali di investimento. Un modo, quindi, di abbracciare lo stile eco senza affrontare la spesa di un veicolo a gpl o metano. I risultati promessi: oltre ovviamente ad un minore impatto ambientale, un significativo abbattimento dei consumi e quindi della spesa sul carburante.
Il dato di risparmio medio stimato per il privato che adotta l’eco driving riesce ad arrivare oltre i 500 euro l’anno. I vantaggi per le aziende o per chi si occupa di fleet management , invece, possono raggiungere livelli ancora più alti: migliaia gli euro risparmiati per singolo veicolo in termini di consumo carburante, che si aggiungono ad un altrettanto notevole abbassamento delle emissioni di C02. Per non parlare del fatto che uno stile di guida più consapevole è in grado di ridurre le possibilità di sinistri e quindi di diminuire le quote dei premi assicurativi per i parchi macchine delle aziende.
Insomma una serie di vantaggi tangibili a patto di seguire poche e semplici regole. Per chi volesse cimentarsi da subito, allora, pubblichiamo una efficiente guida tratta dal progetto “La tasca e l’ambiente salvi grazie all’Ecoguida”, promosso da Euromobility. Di seguito le istruzioni pratiche di guida e i relativi dati sul risparmio che ne derivano:

  1. Evitare di scaldare il motore all’accensione: - 0,5% sui consumi di carburante
  2. Circolare con marce alte e non accelerare mai sopra i 3000 giri: - 6%
  3. Moderare la velocita: fino al - 4% di benzina non superando i 110 Km/h in autostrada
  4. Spegnere il motore durante le soste: -2%, anche se conviene solamente per soste superiori a due minuti.
  5. Sfruttare il freno motore: -2%
  6. Moderare l’utilizzo dell’aria condizionata: -2%
  7. Mantenere una giusta pressione pneumatici: -4%
  8. Utilizzo dei pneumatici stretti: -4%
  9. Filtro dell’aria mantenuto pulito: -1%
  10. Cambio olio con regolarità: -1%